light_bulbVivere in un società complessa richiede in misura sempre maggiore flessibilità mentale, pensiero strategico, autoregolazione cognitiva, consapevolezza del proprio modo di operare.

Sono queste le competenze che la scuola dovrebbe sviluppare nei giovani, oltre a fornire delle conoscenze.

Essa tuttavia non è sempre all’altezza del compito, anche perché tende a premiare i risultati indipendentemente dai processi che consentono di raggiungerli.

Questo squilibrio pregiudica un apprendimento realmente significativo, con uno spreco di risorse intellettive che una società moderna non può permettersi.

Per recuperare le competenze sopra indicate si è affermato da tempo nel mondo tecnologicamente avanzato un movimento per l’educazione cognitiva, le cui metodologie vengono proposte alle scuole e agli enti formativi come attività complementari alla didattica comune.

SISTEMA MULTIPROPOSTA
L’obiettivo è contribuire alla prevenzione dell’insuccesso scolastico attraverso una didattica che sappia educare l’intelligenza e recuperare le difficoltà di apprendimento.
EDUCARE L’INTELLIGENZA
Vivere in un società complessa richiede in misura sempre maggiore flessibilità mentale, pensiero strategico, autoregolazione cognitiva, consapevolezza del proprio modo di operare.